Già nell’anno 2018, nella sede del Parlamento Italiano, alla presenza del Presidente della Repubblica è stato conferito al Master interuniversitario di II livello “Bioeconomy in the Circular Economy – BIOCIRCE”, il premio “Italiadecide” per l’innovazione nella didattica.

 

L’obiettivo del Master di II livello è quello di formare figure professionali specializzate in “Bioeconomy in the Circular Economy” ed è organizzato da quattro Atenei Italiani (Milano Bicocca, Napoli Federico II, Torino e Bologna) e da quattro Istituzioni non-accademiche (Intesa S. Paolo, Novamont, GFBiochemicals, Science park di Lodi).

A partire da quest’anno la convenzione istitutiva del Master è stata sottoscritta anche dai CLUSTER Tecnologici SPRING-Chimica Verde e CLAN-Agrifood.

 

Responsabili scientifici: 
Prof.ssa Marina Lotti, Prof. Danilo Porro (Università Milano-Bicocca)
Prof. Giovanni Sannia (Università di Napoli “Federico II”) – Direttore del Master
Prof.ssa Giovanna Cristina Varese (Università di Torino)
Prof.ssa Patrizia Brigidi (Università di Bologna)

 

Destinatari: Laureati Magistrali (o del vecchio ordinamento) di tutte le discipline, con preferenza per titoli di studio e/o competenze nei seguenti ambiti: biotecnologie, economia, chimica, chimica industriale, biologia, farmacia, agraria, ingegneria.

 

Ora si è appena avviata l’Edizione di Napoli del 2020 e in quest’ambito, il 13 febbraio 2020 Claudia Florio ha presentato, per conto della Stazione Sperimentale Pelli un intervento dal titolo “Circular Economy in Leather Industry”, presso la sede presidenza della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base dell’Università Federico II di Napoli.

L’intervento, che è stato orientato a rappresentare lo scenario sul contesto conciario italiano, in relazione al tema della valorizzazione degli scarti di settore, si è inserito nell’ambito di una sessione scientifica molto trasversale del Master, in cui si sono avvicendati relatori afferenti al mondo accademico e della ricerca, con skill diversi nel campo della ricerca scientifica applicata alla circular economy.

 

Per maggiori dettagli consulta: Bioeconomy in the Circular Economy (BIOCIRCE)

 

 

 

La Stazione Sperimentale si uniforma a tutte le disposizioni governative di contenimento del contagio da Covid-19 ed è vicina a tutti quelli che lottano in questi giorni complicati. È vicina al personale sanitario, medici ed infermieri, alle forze dell’ordine, all’esercito di volontari. Passerà.

In ottemperanza e nel pieno rispetto delle Disposizioni Governative vigenti sono assicurati tutti i servizi istituzionali,  le attività di ricerca e le consulenze tecnico-scientifiche  erogate tramite  i Laboratori operativi presso il Parco Scientifico e Tecnologico Adriano  Olivetti di Pozzuoli.

Per avere informazioni  sulle attività istituzionali e/o per accedere ai servizi e/o avere informazioni è possibile rivolgersi al  Team Tecnico-Scientifico: contatti SSIP

Minimum 4 characters