notizia per politecnico

Giornata formativa per le tirocinanti dell’Università Vanvitelli
Giornata formativa per le tirocinanti dell’Università Vanvitelli

La Stazione Sperimentale, mediante l’area del Politecnico del cuoio, e l’Università Vanvitelli grazie alla sottoscrizione della Convenzione stipulata lo scorso anno, hanno la possibilità di promuovere tirocini di formazione ed orientamenti in impresa a beneficio degli studenti.

La SSIP al fine di agevolare le scelte professionali degli studenti con la conoscenza diretta del settore conciario e la realizzazione di momenti di alternanza tra studio e lavoro ospita due tirocinanti, Mariagiovanna Iazzetta e Lucia Duro, entrambe iscritte al corso di studio “Design per la Moda” dell’Università Vanvitelli.

 

“Nella storia della moda, un materiale in particolare è stato tramandato nel tempo e mantenuto nonostante il susseguirsi delle varie tendenze e tipologie di stili. Si tratta appunto della pelle, che ancora oggi è il materiale più versatile, sofisticato e resistente ai molteplici tipi di lavorazione, che la natura ci restituisce; tanto è vero che il settore Moda e Design non ci hai mai rinunciato durante la sua storia millenaria!”

Le studentesse durante il loro tirocinio in SSIP hanno partecipato alla giornata formativa: “Tecniche di Studio e Ricerche Articoli Moda“, con il supporto di Arturo Cioce, svoltasi presso la conceria “Gargiulo Leather srl” a Casandrino (Napoli) e il guantificio “Gala Gloves” Casavatore (Napoli).

 

Dopo la visita del reparto di produzione della conceria, che ha permesso alle tirocinanti di comprendere i processi di selezione delle pelli, le operazioni meccaniche, la concia, la tintura ecc. Il Direttore Commerciale, Barbara Gargiulo, ha illustrato lo showroom e spiegato come le aziende conciarie sviluppano articoli in funzione delle Tendenze Moda.

Sono state presentate alcune novità divulgate durante l’ultima fiera Linea Pelle a Milano, e le strategie messe  punto per migliorarsi e portare l’azienda sempre ad un livello superiore, mantenendo elevati standard di qualità e utilizzando materiali premium.

 

In questo contesto le professioni creative intervengono lungo tutto l’arco della filiera. Se prendiamo ad esempio il ciclo produttivo stagionale, si comincia dai produttori di cuoio e pelle che con grande anticipo sulla stazione di vendita dell’abbigliamento e accessori (fino a 24 mesi) sviluppano le prime idee sulle tendenze dei colori.

 

Nel pomeriggio, il titolare Alessandro Pellone, del guantificio “Gala Gloves srl” ci ha aperto le porte del suo laboratorio dove è stato possibile ammirare la realizzazione di un guanto di pelle, fatto a mano, e che segue un percorso di lavorazione ben preciso: misurazione della mano, selezione della forma, del pellame e dei singoli dettagli e materiali abbinati.

 

Per il settore della moda, l’interlocutore interno all’azienda, riveste un ruolo cruciale perché conosce la dinamica del mercato e quindi interviene e dà gli input per quanto riguarda lo sviluppo prodotto.

 

Man mano che si scende lungo la filiera produttiva, cresce l’incidenza delle componenti creative ed immateriali rispetto a quelle materiali ed industriali. Ma lo sviluppo creativo a valle ha come presupposto il lavoro e l’industrializzazione nelle fasi a monte.

D’altro canto, il cliente in questo guantificio ha l’opportunità di personalizzare il proprio guanto. La manifattura di questo accessorio può richiedere fino ad un mese di lavorazione, vista la rigorosa attenzione per i dettagli. Il risultato finale sarà, appunto,un guanto unico nel suo genere poiché è frutto del connubio tra ingegno, manualità umana e tradizione.

 

Ricordiamoci che il “Made in Italy” si basa fondamentalmente sulla capacità di creare un capo di abbigliamento o un accessorio, particolarmente curato dal punto di vista dello stile, della confezione, della vestibilità e delle materie prima, e tecnicamente ineccepibile.

 

Stazione Sperimentale e Galilei di Arzignano, si rilancia
Stazione Sperimentale e Galilei di Arzignano, si rilancia

Siglata la nuova convenzione tra la Stazione Sperimentale e l’ITTE Galilei per rafforzare la sinergia e la collaborazione tra i due enti a sostegno del distretto di Arzignano e degli studenti dell’indirizzo “Tecnologie del Cuoio”.

 

Gli obiettivi perseguiti con l’accordo, stipulato nell’ambito del Politecnico del Cuoio che ha un presidio fisico presso il Galilei, riguardano in primo luogo la pianificazione di attività didattico formative da svolgere con le nuove attrezzature presenti nella Conceria Sperimentale e nei laboratori dell’Istituto Galilei, di proprietà della Stazione Sperimentale e concesse in comodato d’uso gratuito all’istituto, allo scopo di favorire una migliore conoscenza pratica e tecnico analitica da parte degli studenti del Galilei, che costituiranno il futuro della filiera conciaria; la pianificazione e la gestione di attività extracurricolari ad alta specializzazione, di giornate di studio e di orientamento e l’organizzazione di visite didattiche, che siano di interesse per il rafforzamento della cultura tecnica del materiale.

 

“L’istituto Tecnico Tecnologico G. Galilei ha firmato con soddisfazione il rinnovo della convenzione con la SSIP per attività di collaborazione scientifica e di supporto alla didattica. Con questo accordo, che prevede anche la riqualificazione delle attrezzature della conceria sperimentale ed una serie di attività di studio e di ricerca, si vuole offrire, agli studenti dell’ITTE G. Galilei, un’importante opportunità formativa e al personale docente coinvolto, una più completa valorizzazione professionale. La Scuola accoglie con entusiasmo valide proposte di collaborazione finalizzate a favorire lo sviluppo di competenze nei futuri tecnici specializzati della filiera conciaria, sforzando di rispondere alle richieste delle aziende del territorio” dichiara la dirigente scolastico Lucia Grico.

 


“La novità importante – dichiara il Direttore Generale della Stazione Sperimentale, Edoardo Imperiale – è l’avvio a breve della progettazione di un laboratorio della Stazione Sperimentale all’interno dell’istituto, per l’erogazione dei servizi alle imprese, quali analisi sul cuoio o prodotti chimici ed altre analisi per le aziende meno strutturate che necessitano di un maggior supporto. I nuovi laboratori saranno in grado di supportare le imprese interessate a specifici programmi di innovazione”.

 

SSIP e mondo della scuola per i giovani e la formazione. Tocca a Pisa
SSIP e mondo della scuola per i giovani e la formazione. Tocca a Pisa
La collaborazione fra il Mondo della Scuola e la Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle Materie Concianti sta rappresentando una grande opportunità per i giovani e per le imprese del settore. La formazione e’ futuro” cosi il Direttore generale SSIP, Edoardo Imperiale sull’accordo di collaborazione stipulato con Istituto Tecnico “C. Cattaneo”, con sede in San Miniato (Pisa) e rappresentato dal Dirigente Scolastico, Professore Alessandro Frosini. 

La Stazione Sperimentale garantirà know-how e risorse concrete, con 120 mila euro saranno infatti rinnovati i laboratori della scuola.

“Lo scopo della convenzione – si legge nel testo – è quello di instaurare un rapporto di collaborazione fra le parti, nel quale, nel perseguimento dei rispettivi interessi, le attività di studio, formazione e ricerca della SSIP, del Poteco e dell’Istituto Cattaneo possano integrarsi e coordinarsi reciprocamente, con particolare riferimento ai seguenti ambiti di attività: – rafforzamento strategico della dotazione tecnica dell’istituto, anche attraverso l’implementazione di nuovi laboratori innovativi, a seguito di specifica progettualità, nell’ottica di favorire una migliore conoscenza pratica e tecnico-analitica degli studenti, che andranno a costituire il potenziale personale specializzato delle aziende della filiera conciaria”.

Ed ancora l’obiettivo della convenzione di istituire “un punto operativo del Politecnico del Cuoio presso l’Istituto Cattaneo volto a valorizzare e promuovere sia le attività gestite dalla SSIP che quelle realizzate congiuntamente dall’Istituto in sinergia con le attività di formazione e ricerca svolte nel territorio presso PO.TE.CO, con il quale l’Istituto già collabora”. Le parti si impegnano poi “alla pianificazione e gestione di attività extracurricolari, comprendenti attività seminariali, ad alta specializzazione, giornate di studio, di orientamento e visite didattiche, che siano di interesse per il rafforzamento della cultura tecnica del materiale ed a sostenere le attività del Polo Tecnico Professionale PRO.MO di cui l’Istituto è capofila per l’analisi dei fabbisogni formativi del sistema economico locale”. 

Una intesa che è in linea con le attività già avviate nei distretti di Arzignano e di Solofra e che hanno l’obiettivo di formare giovani, sostenere le realtà locali e migliorare la collaborazione istituzionale.
La Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle Materie Concianti ha avviato, infatti, il programma “Politecnico del Cuoio” finalizzato a favorire lo sviluppo di impresa e a rafforzare le competenze tecniche-organizzative, attraverso l’integrazione tra i sistemi di istruzione e lavoro nella filiera moda e della produzione del cuoio.

“Il Politecnico inoltre è teso a consolidare e divulgare la cultura tecnica del cuoio e dei nuovi materiali, attraverso percorsi di formazione, attività di studio e ricerca e programmi di divulgazione scientifica. Al fine di rendere realizzabili tali obiettivi, la SSIP – si legge nella premessa all’accordo stipulato – ha raccolto e continua a raccogliere le articolate e complesse esigenze locali per istituire, in maniera mirata e concertata anche tra i distretti, nuove figure professionali, con particolare riguardo a quelle afferenti agli ITS (Istituti Tecnici Superiori), ‘scuole ad alta specializzazione tecnologica’, nate per rispondere alla domanda delle imprese di nuove ed elevate competenze tecniche e tecnologiche, formando tecnici superiori nelle aree tecnologiche strategiche per lo sviluppo economico e la competitività”. 

Nell’ambito della convenzione, l’implementazione di un laboratorio chimico di ultima generazione di chimica e scienza dei materiali rappresenta sicuramente il fiore all’occhiello: ciò garantirà un avanzamento significativo della specificità dell’istituto, offrendo un corso di studi altamente professionalizzante ed in linea con le esigenze di sviluppo ed innovazione dei settori industriali presenti sul territorio.
La SSIP ha istituito le sedi operative del Politecnico del Cuoio nel distretto di Arzignano (VI) presso l’Istituto Tecnico Tecnologico Economico G. Galilei, e presso c/o Villa Brusarosco; nel distretto di Solofra (AV) c/o l’Istituto Tecnico Commerciale G. Ronca; nel distretto di Santa Croce sull’Arno (PI) c/o il PO.TE.CO. 

“Il finanziamento per la realizzazione di un nuovo laboratorio chimico, previsto dall’accordo tra l’Istituto Cattaneo e la SSIP, doterà la scuola, e quindi i ragazzi, di un nuovo strumento che sicuramente potrà dare una ulteriore svolta all’offerta dell’Istituto Cattaneo, determinando un potenziamento dell’area laboratorio in modo da indirizzare sempre più ragazzi verso l’Istituto e fare in modo che domani questi ragazzi potranno essere una ricchezza per il territorio e per tutta la filiera pelle” dichiara il direttore di PO.TE.CO, dott. Domenico Castiello.
“Questo – aggiunge – è il modello formativo da valorizzare: in un sistema così strutturato diventa sempre più agevole trovare l’equilibrio tra domanda proveniente dal sistema delle imprese e offerta formativa valorizzando altresì le opportunità esistenti, come master, borse di studio o corsi ad hoc quali strumenti per esaltare al meglio le potenzialità connesse a questo modello”.
Solofra: Consegnate le Borse di studio alla memoria di Gianni Solunto 2019
Solofra: Consegnate le Borse di studio alla memoria di Gianni Solunto 2019

Nella giornata di ieri, 5 giugno 2019, presso l’Istituto superiore “ISISS Gregorio Ronca” di Solofra, grazie all’iniziativa promossa in collaborazione tra AICC, SILVATEAM, PROSSIMAPELLE/DINAMICA ed UNPAC, sono state assegnate le 4 Borse di Studio, del valore di 300 euro cadauna, ai migliori 4 studenti delle classi quarte e quinte dell’anno scolastico 2017/2018, oltre che i 4 assegni di studio, del valore di 200 Euro cadauno, ai migliori studenti delle classi terze nell’anno scolastico 2017/2018, per la specializzazione Conciaria.

 

Sono stati inoltre consegnati agli iscritti al terzo anno (Anno Scolastico 2018/2019) della specializzazione di Chimica Conciaria dell’ISISS Ronca di Solofra ed agli iscritti al primo Anno Scolastico 2018/2019 del corso  di “Tecnico superiore esperto in scienza e cultura tecnica delle pelli e dei nuovi materiali” dell’Istituto Tecnico Superiore Moda Campania di Solofra, percorso ITS promosso dalla SSIP nell’ambito del Politecnico del cuoio, due importanti testi tecnici settoriali “Tanning Chemistry: The Science of Leather” di Anthony Covington e “Possibili Difetti sul Cuoio e nella sua Produzione” di Gerhard John.

La consegna è stata effettuata da Claudio Toscano (Consigliere UNPAC), Gaetano Maffei (Referente per la Campania di AICC) e Claudia Florio (Ricercatore SSIP, Commissione Formazione e Referente ITS per AICC).

 

 

Certificazione ISO 9001:2015 per le attività di formazione
Certificazione ISO 9001:2015 per le attività di formazione

In linea con gli obiettivi di sviluppo dell’Area Politecnico del Cuoio, la Stazione Sperimentale ha recentemente raggiunto, anche grazie il trasferimento presso la nuova sede, l’importante traguardo della Certificazione ISO 9001:2015 per le attività di formazione.

Leather Bio-Strategies to Italian Bioeconomy: la sostenibilità nella filiera pelle
Leather Bio-Strategies to Italian Bioeconomy: la sostenibilità nella filiera pelle

Il Bioeconomy Day del 23 maggio 2019 è stato un’occasione per raccontare e approfondire di fronte a target diversificati, dalle scuole agli addetti ai lavori, le caratteristiche e opportunità offerte dall’economia circolare, nei diversi settori.

In occasione di questa iniziativa, coordinata e promossa dal “Cluster Spring”- Cluster Tecnologico Nazionale della Chimica Verde con Assobiotec e Federchimica, presso la Stazione Sperimentale Pelli nella nuova sede di Pozzuoli è stato organizzato il workshop “Leather Bio-Strategies to Italian Bioeconomy”.

Vi è stata la partecipazione di diversi stakeholder della ricerca, formazione ed imprenditoriali e ha rappresentato un momento di arricchimento culturale, di formazione e orientamento, destinato in particolar modo agli studenti dell’ITS Moda Campania, nonché agli studenti universitari interessati ad approfondire gli aspetti della green e circular economy nella filiera della pelle .

Interessanti spunti di riflessioni sono sorti dagli interventi di Ciro Fiola, Presidente della Camera di Commercio di Napoli, sulla lotta alla Contraffazione che vedrà la collaborazione tra la CCIAA e La Stazione Sperimentale Industria Pelli,  e del Direttore della Stazione Sperimentale Edoardo Imperiale, che ha lanciato la nascita dell’incubatore nazionale sull’economia circolare. “Il nostro obiettivo è favorire la nascita di  startup, spinoff, brevetti e progetti di innovazione ad alto contenuto tecnologico applicati ai sistemi di produzione, a minor impatto ambientale e maggiormente rispondenti alle esigenze del mercato” afferma il direttore Imperiale.

Durante i lavori si sono susseguiti numerosi interventi tecnici, tra cui Gianluigi Calvanese – Responsabile Area Laboratori e Servizi alle Imprese della Stazione Sperimentale – che si è focalizzato sugli utilizzi razionali e sostenibili del materiale cuoio e le nuove strategie, per la valorizzazione degli scarti conciari;  Luigi Gallo – Responsabile Area Innovazione e Competitività Invitalia – sugli strumenti e le opportunità per lo sviluppo di impresa nei settori Green; Mario Malinconico – Dirigente di ricerca IPCB-CNR – che ha presentato le nuove frontiere della ricerca nel campo dei biomateriali; Paolo Masoni – Presidente Ecoinnovazione srl – sulla necessaria sinergia tra la valutazione del ciclo di vita dei prodotti (LCA) e l’economia circolare; Carlo Palmieri – Presidente Fondazione MIA – sulla necessità della nascita di nuove figure professionali nella filiera moda e sugli strumenti ad oggi presenti come gli ITS. Patrizia Ranzo – Seconda Università degli Studi di Napoli – Coordinatore del Corso di Laurea Magistrale in Design e Innovazione che ci ha illustrato i progetti innovativi per la  valorizzazione dei territori culturali della moda e le strategie per la sostenibilità ambientale e sociale. Giovanni Sannia – Università degli Studi di Napoli “Federico II” e Presidente del Master Bioeconomy in the Circular Economy, BIOCIRCE – sul ruolo della formazione di nuovi profili professionali a sostegno della Bioeconomia ed infine Alessandra Storlazzi – Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, Corso di Laurea in Economia aziendale e Green Economy – che ha illustrato il quadro normativo nazionale e comunitario in materia di Green e Circular Economy.

 

Scarica le presentazioni:

 

Imperiale_Presentazione SSIP

 

Calvanese_Il cuoio e gli scarti di produzione

 

Malinconico_Le nuove frontiere della ricerca nel campo dei biomateriali

 

Masoni_La valutazione del ciclo di vita dei prodotti

 

Sannia_Bioeconomy in the Circular Economy

 

Storlazzi_Suor Orsola Benincasa

 

Ranzo_Moda

 

Edoardo Imperiale, Direttore Generale Stazione Sperimentale Industria Pelli

 

Ciro Fiola, Presidente Camera di Commercio di Napoli

Borse di studio alla memoria di Gianni Solunto 2019
Borse di studio alla memoria di Gianni Solunto 2019

L’Associazione Italiana dei Chimici del Cuoio (AICC) ha iniziato le cerimonie di consegna delle borse di studio alla memoria di Gianni Solunto, previste per gli studenti meritevoli dei tre distretti conciari italiani, iscritti alla specializzazione triennale in chimica-conciaria.

 

Le date previste per le premiazioni presso i Distretti sono le seguenti:
– Lunedì 20 maggio, ore 13:30, ITTE Galileo Galilei di Arzignano, Veneto
– Mercoledì 22 maggio, ore 10:00, IT Cattaneo di San Miniato, Toscana
– Mercoledì 5 giugno, ore 11:00, ISISS Ronca di Solofra, Campania

 

Saranno assegnate 4 Borse di Studio, del valore di 300 euro cadauna, per ogni Distretto conciario nazionale, ai migliori 4 studenti delle classi quarte e quinte dell’anno scolastico 2017/2018, in collaborazione tra AICC, SILVATEAM, PROSSIMAPELLE/DINAMICA ed UNPAC.

AICC conferirà inoltre 4 assegni di studio, del valore di 200 Euro cadauno, ai migliori studenti delle classi terze nell’anno scolastico 2017/2018, per la specializzazione Conciaria.

 

Saranno, con l’occasione, consegnati agli iscritti al terzo anno (Anno Scolastico 2018/2019) della specializzazione di Chimica Conciaria dell’ITTE Galilei di Arzignano, dell’IT Cattaneo di San Miniato, dell’ISISS Ronca di Solofra ed agli iscritti al primo Anno Scolastico 2018/2019 del corso  per il titolo di “Green Leather Manager” dell’Istituto Tecnico Superiore Cosmo di Arzignano e del corso di “Tecnico superiore esperto in scienza e cultura tecnica delle pelli e dei nuovi materiali” dell’Istituto Tecnico Superiore Moda Campania di Solofra, percorsi ITS promossi dalla SSIP nell’ambito del Politecnico del cuoio, due importanti testi tecnici settoriali “Tanning Chemistry: The Science of Leather” di Anthony Covington e “Possibili Difetti sul Cuoio e nella sua Produzione” di Gerhard John.

 

Si conclude il corso per gli Ufficiali delle Forze armate
Si conclude il corso per gli Ufficiali delle Forze armate

Al termine del Corso dell’anno accademico 2018/2019 destinato agli Ufficiali delle Forze Armate, interessati ad approfondire gli aspetti di chimica applicata e scienze merceologiche, svolto dalla Stazione Sperimentale Pelli, nell’ambito del Politecnico del Cuoio, presso il Dipartimento di Management dell’Università “La Sapienza” di Roma, vi è stata una visita formativa presso la sede dell’istituto il giorno 16 maggio 2019.

 

Dopo l’intervento istituzionale del Direttore Generale, dott. Edoardo Imperiale è seguita una lezione formativa sul tema “Strumenti di verifica dei CAM (Criteri Ambientali Minimi) applicabili al settore conciario” tenuta dal Dott. Gianluigi Calvanese.  Dopo la lezione in aula gli Ufficiali hanno potuto visitare i nuovi laboratori della Stazione Sperimentale.

 

Nella giornata conclusiva del 17 maggio 2019 gli Ufficiali sono stati inoltre ospitati  presso la conceria Russo di Casandrino, per un’illustrazione pratica delle fasi salienti del processo produttivo, dalle operazioni di riviera alla rifinizione. La visita, curata dal Dott. Alfredo Guerra, responsabile qualità, ambiente e sicurezza della conceria e dalla Dott.ssa Claudia Florio, coordinatore didattico del corso per la SSIP, ha costituito per gli Ufficiali anche una occasione di approfondimento sugli aspetti tecnici ed ambientali della produzione conciaria, nonché sulle tecnologie 4.0 per l’automazione dei processi produttivi, nell’ottica del risparmio idrico ed energetico. 

 

”Il trasferimento di conoscenza offerto durante questo corso è per noi di fondamentale importanza per non cadere in facili errori di rifornimento, e affrontare in modo migliore il processo di approvvigionamento legato alla qualità dei prodotti che andiamo ad acquistare” commenta il Magg. Enrico Brandolini del Corpo dei Carabinieri.

 

“Anche l’amministrazione del dicastero della difesa non può esimersi dalle normative legate al procurement nell’ambito delle pubbliche amministrazioni, che è in continua evoluzione e di conseguenza abbiamo sempre bisogno di conoscenze aggiornate. Questo non solo in fase di acquisizione di calzature, guanti, sellerie ecc. che provengono dal settore conciario, ma anche nell’ottica dell’intero life cycle cost di prodotto”, ribadisce il Cap. Federico Vigliotta dell’Aeronautica militare.

 

L’Italia verso l’eccellenza nella bioeconomia
L’Italia verso l’eccellenza nella bioeconomia
L’ambizione del Cluster Spring è di fare del Paese un posto dove sia facile investire, fare ricerca e impresa.

 

La costituzione dei Cluster Tecnologici Nazionali (CTN) è stata promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), con l’obiettivo di identificare delle realtà

MIA Fondazione ITS: al via il corso per formare tecnici esperti in pelli e nuovi materiali
MIA Fondazione ITS: al via il corso per formare tecnici esperti in pelli e nuovi materiali

E’ incominciato il 28 dicembre 2018 a Solofra, presso l’Istituto “G. Ronca”, il corso formativo “Tecnico superiore esperto in scienza e cultura tecnica delle pelli e dei nuovi materiali ”. I destinatari del corso biennale sono 23, selezionati tra i 18 e i 35 anni. Il corso formerà tecnici superiori con competenze in materia di chimicascienza dei materiali, cultura e tecnica delle pelli.

Minimum 4 characters