Laboratori

LabHeader

Il laboratorio di analisi chimiche effettua le determinazioni analitiche di uso corrente: su pelli e cuoi: pH, quantità di conciante, sostanze solubili e insolubili, contenuto di grassi, sostanza dermica, ecc. su prodotti chimici: contenuto di sostanza conciante, basicità dei sali minerali concianti, sostanza attiva neigrassi, umidità, ecc. Le analisi chimiche correnti sono integrate da determinazioni specialistiche e di più complesso tipo, come contenuto di cromo esavalente, presenza di coloranti  azoici vietati, pentaclorofenolo, composti organostannici (TBT, DBT), formaldeide, metalli pesanti estraibili, ecc. che vengono effettuate con analisi strumentali come gas-cromatografia con rivelazione a spettrometria di massa (GC-MS) ed a ionizzazione di fiamma (GC-FID), HPLC con rivelatore UV-Vis a Diode-Array (HPLC-DAD), spettrometria a plasma (ICP-AES) per la determinazione dei metalli, spettrofotometria UV, spettrofotometria IR anche su superifici (ATR), analisi gascromatografica di miscele di solventi, ecc. Analisi specifiche possono essere eseguite su richiesta. L’impiego di tecniche analitiche sempre più sofisticate è reso ancor più necessario da continue richieste di adeguamento delle caratteristiche dei cuoi ai parametri fissati dalle varie Commissioni dell’Unione Europea, per caratterizzare la produzione in relazione alle sue prestazioni  qualitative ed alle esigenze della salute e dell’ambiente.

Il laboratorio di prove fisiche è dotato di tutte le apparecchiature idonee a determinare le caratteristiche fisico-meccaniche di ogni tipo di cuoio e la prevedibile corrispondenza alle sollecitazioni in sede di pratica utilizzazione. E’ dotato di impianto di climatizzazione regolabile che consente la possibilità di 20°C, 65% U.R. oppure 23°C, 50% U.R., per corrispondere alle normative internazionali. La necessità di valutare la resistenza all’abrasione, la tenuta del colore, la solidità alla luce e agli agenti atmosferici, i vari tipi di permeabilità, ecc. esige un costante adeguamento, che il settore conciario e manifatturiero richiede per garantire un prodotto di affidabile qualità. Quindi, queste numerose esigenze di natura anche merceologica comportano un continuo aggiornamento degli apparecchi di prova, soprattutto in rapporto a determinate proprietà del cuoio, dal punto di vista del confort e della durata nel tempo.

Nel laboratorio di controllo ambientale vengono effettuate ricerche e sperimentazioni di tecnologie di depurazione (innovative o migliorative di quelle in uso), prove di biodegradabilità dei prodotti chimici utilizzati in conceria, studio di metodi analitici per il dosaggio degli sostanze presenti in acque e fanghi di conceria, misure dell’inquinamento negli ambienti di lavoro ed in atmosfera. Il laboratorio utilizza moderne apparecchiature quali spettrofotometro di emissione atomica a plasma (ICP-AES), TOC e HPLC, per determinare concentrazioni di inquinanti dell’ordine delle p.p.m. L’attività analitica viene svolta seguendo norme e metodi previsti sia dalla vigente legislazione italiana che dalle Direttive Comunitarie, seguendone costantemente lo sviluppo e l’aggiornamento.

Il laboratorio di microscopia consente la rilevazione delle caratteristiche e dei difetti o anomalie del cuoio che possono pregiudicarne l’utilizzazione nei manufatti; risponde alle esigenze di determinare la natura e il tipo di cuoio e la sua corrispondenza alle caratteristiche richieste, ed effettua inoltre ricerche di tipo istologico. Dotato di microscopi ottici e di microscopio elettronico a scansione, con le indispensabili attrezzature di supporto, può documentare fotograficamente, agli ingrandimenti desiderati, il tipo di indagine microscopica che gli viene affidata, sia su richieste esterne che per le attività di ricerca dell’Istituto.