Programma RaIDto4.0

logo-raidto4-0

La Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli ha predisposto un Programma denominato RaIDto4.0 – Research and Innovation Driving for Leather and Fashion Industry, al fine di declinare strategie specifiche per la ricerca, l’innovazione e lo sviluppo tecnologico nella filiera conciaria basate sull’integrazione tra industria e innovazione. Tali strategie potranno poi sostanziarsi, nella definizione del proprio Piano Industriale, con l’attivazione di iniziative di diversa natura ivi comprese attività di studio, ricerca, progettazione e gestione di Incubatori, Acceleratori, FabLab, Networking tra la domanda e l’offerta di innovazione tecnologica, ingegnerizzazione di strumenti di finanza innovativa nell’ambito del quadro di opportunità offerto da Industria 4.0 e pertanto orientate sia ad una maggiore qualità dei prodotti e dei processi produttivi, che allo sviluppo di una filiera integrata beni-servizi che apra la strada a nuovi mercati ed alla crescita di nuove imprese industriali.

Quali primi strumenti operativi del Programma RaIDto4.0, sono state predisposte due Manifestazioni di Interesse, afferenti ai seguenti Task:

  • TaskFabInLeather: indirizzata alle imprese della filiera conciaria e dei settori di destinazione, con lo scopo di effettuare, con il contributo delle imprese, un’analisi sul fabbisogno di innovazione e sull’offerta di tecnologie innovative applicabili alla filiera conciaria (clicca qui per visualizzare la Manifestazione di Interesse)
  • TaskScoPro: indirizzata agli Enti Pubblici ed agli Organismi di Ricerca relativa allo scouting dell’offerta pubblica di progetti di innovazione e di ricerca di base e pre-competitiva, con l’obiettivo di svolgere una selezione pubblica per la individuazione di programmi di ricerca innovativi per il settore conciario, che confluiscano in una “Banca Dati dei Programmi di Ricerca”, da cui la SSIP individuerà i progetti da realizzare anche in ragione di quanto deriva dal Task FabInLeather (clicca qui per visualizzare la Manifestazione di Interesse)

Le nuove linee di ricerca di “Raid to 4.0 Task ScoPro” (in corso di sviluppo)

  • Valutazione della sicurezza dei trattamenti conciari del territorio campano e studi di comparazione, con UniCampania L. Vanvitelli – Consorzio Bioteknet
  • Sistemi innovativi di tracciatura e identificazione dei manti, con Università del Salento – Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione:
  • R3S: Recupero, Riutilizzo e Riciclo, per la sostenibilità dei processi di concia, con Dipartimento di Ingegneria Ambientale – UNINA
  • Sviluppo di un modello e linee guida per un sistema depurativo integrato, innovativo e sostenibile per il settore conciario, con Fondazione Università Ca’ Foscari
  • Autenticazione delle pelli e validazione dell’origine, con Dipartimento di Biologia – UNINA
  • Caratterizzazione molecolare della facies microbica coinvolta nei processi di biodegradazione di pelli e conce, al fine di individuare le specie batteriche responsabili del processo e di costituire un consorzio microbico altamente specializzato, con Dipartimento di Biologia – UNINA
  • Bioprocessi ecosostenibili per la valorizzazione dei residui di lavorazione delle pelli e del cuoio, con CNR – Istituto di Biologia Agroalimentare e Forestale
  • Formulazione e caratterizzazione di catalizzatori innovativi per la depurazione di reflui liquidi dell’industria conciaria mediante processi fotocatalitici a radiazione solare, con Dipartimento di Ingegneria Industriale – UNISA
  • Valorizzazione energetica di fanghi di depurazione dell’industria conciaria mediante processi catalitici a ridotto impatto ambientale, con Dipartimento di Ingegneria Industriale – UNISA
  • Utilizzo e sviluppo di fotocatalizzatori innovativi e immobilizzati su supporti macroscopici per la depurazione delle acque conciarie, con Dipartimento di Ingegneria Industriale – UNISA
  • Trattamento di pelli mediante proteasi da microorganismi estremofili e monitoraggio mediante microscopia SEM, con CNR – Istituto di chimica biomolecolare
  • Enzimi e prodotti naturali nel ciclo di concia delle pelli (nuovo agente macerante ricavato dalla pollina), con Società AMEK
  • Per la rimozione dei PFC, nanoibridi di grafene in aerogel caricati con nanoparticelle di Pt/RuO e Ti/RuO, consentono l’adsorbimento e la contemporanea ossidazione elettrochimica dei PFC, con Centro Interdipartimentale Nanomates – UNISA

Lascia una risposta