Linee di Ricerca
Le attività di ricerca della Stazione Sperimentale sono focalizzate sulle principali tematiche ambientali e sullo studio degli aspetti qualificanti la produzione conciaria nazionale, in particolare l’individuazione di nuovi criteri di certificazione per i prodotti “italiani” e nuove applicazioni per la pelle

La Stazione Sperimentale svolge attività di ricerca nelle materie della Chimica e Tecnologia Conciaria, approfondendo i vari aspetti ambientali inerenti la produzione e la lavorazione del cuoio. La ricerca di base è incentrata sullo studio delle trasformazioni in atto durante la lavorazione conciaria e alla comprensione dei meccanismi di interazione della pelle con l’ambiente circostante.

La ricerca applicata, invece, riguarda sistemi di produzione a minor impatto ambientale e maggiormente rispondenti alle esigenze del mercato, comprese le tematiche inerenti la tutela dei consumatori, lo studio di sistemi di contenimento delle emissioni (riciclo delle acque, abbattimento solventi, etc.), la valorizzazione dei rifiuti solidi (fanghi, ritagli di pelle) derivanti dalla lavorazione conciaria.

I risultati di tali attività di ricerca, che spesso prevedono la compartecipazione di Università e/o Enti di Ricerca, possono determinare l’acquisizione di brevetti e la presentazione degli stessi in eventi tecnici di settore a livello nazionale ed internazionale.

Tecnologie di Processo

Include azioni finalizzate al miglioramento significativo e all’ottimizzazione dei processi produttivi in termini di razionalizzazione delle risorse idriche, energetiche, ecc... Sono incluse in quest’area le attività di ricerca orientate allo studio di fasi di processo specifiche, ovvero di riviera, concia e tintura e rifinizione, caratterizzate da innovazione nelle attrezzature e nei prodotti chimici utilizzati. Inoltre, sono oggetto di studio i sistemi di valutazione dei risultati della ricerca in quest’ambito, ovvero le tecniche di monitoraggio dei micro-inquinanti nel cuoio, nonché di valutazione della biodegradabilità e del Lyfe Cycle Assessment, dei processi conciari e degli altri processi ad esso collegati.
Progetti

Tecnologie per la Sostenibilità Ambientale

Include azioni orientate a favorire la riduzione dell’impatto ambientale e la valorizzazione dei residui di lavorazione in conformità anche ai principi dell’economia circolare. In quest’area tecnologica sono comprese le attività di ricerca finalizzate all’ottimizzazione della gestione dei reflui e del ciclo idrico integrato, alla ricerca di soluzioni per la valorizzazione degli scarti solidi, sia in chiave di recupero energetico che orientata alla cross-fertilization verso prodotti ad alto valore aggiunto, come farmaci, cosmetici, nutraceutici. Si inseriscono le analisi di prodotti concianti e di ausiliari per conceria per individuare presenza di sostanze nocive o ad elevato impatto ambientale.
Progetti

Tecnologie di Prodotto per la pelle Italiana

Quest’area di ricerca include azioni finalizzate a favorire lo sviluppo di nuovi prodotti con particolari caratteristiche prestazionali e ad elevato valore aggiunto. Si svolgono attività finalizzate ad individuare nuove destinazioni d’uso per le produzioni tradizionali e alla definizione di soluzioni produttive che entrino nel concetto di “costruzione” di nuove proprietà merceologica “leather design”. Allo stesso modo sono incluse attività orientate alla definizione dei parametri qualificanti la produzione conciaria italiana, ed alla ricerca di soluzioni tecnologiche a supporto della tracciabilità e dell’anticontraffazione.
Progetti

Progetti di Innovazione e nuove linee di ricerca

Programma RaIDto4.0: Research and Innovation Driving for Leather and Fashion Industry

Attraverso il Programma RaIDto4.0 – Research and Innovation Driving for Leather and Fashion Industry, la Stazione Sperimentale delinea le strategie specifiche per la ricerca, l’innovazione e lo sviluppo tecnologico nella filiera conciaria basate sull’integrazione tra industria e innovazione.

Le strategie messe in atto potranno poi sostanziarsi nella definizione del proprio Piano Industriale, con l’attivazione di iniziative come: attività di studio, ricerca, progettazione e gestione di Incubatori, Acceleratori, FabLab, Networking tra la domanda e l’offerta di innovazione tecnologica, ingegnerizzazione di strumenti di finanza innovativa nell’ambito del quadro di opportunità offerto da Industria 4.0 e pertanto orientate sia ad una maggiore qualità dei prodotti e dei processi produttivi, che allo sviluppo di una filiera integrata beni-servizi che apra la strada a nuovi mercati ed alla crescita di nuove imprese industriali.

Contatti di settore

Biagio Naviglio

Responsabile Area Ricerca e Sviluppo
tel: 081 597 91 61
e-mail: b.naviglio@ssip.it

Minimum 4 characters