Tag: bioeconomia

L’Italia verso l’eccellenza nella bioeconomia
L’Italia verso l’eccellenza nella bioeconomia
L’ambizione del Cluster Spring è di fare del Paese un posto dove sia facile investire, fare ricerca e impresa.

 

La costituzione dei Cluster Tecnologici Nazionali (CTN) è stata promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), con l’obiettivo di identificare delle realtà

SSIP, il Dg Imperiale nel Consiglio direttivo del Cluster Spring
SSIP, il Dg Imperiale nel Consiglio direttivo del Cluster Spring

Il Direttore generale della Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle materie concianti (SSIP), Edoardo Imperiale, è stato eletto componente del Consiglio direttivo del Cluster Spring per il triennio 2017-2020.

 

Spring è il Cluster nazionale della chimica verde nato nel 2014, di cui la Stazione Sperimentale Pelli è partner nell’ambito delle attività del Politecnico del Cuoio. L’obiettivo è aggregare soggetti innovativi lungo tutta la filiera della chimica da fonti rinnovabili, per contribuire a consolidare un modello italiano di bioeconomia volto alla riduzione delle emissioni di CO2 e all’uso efficiente delle risorse. Il presidente del Cluster Spring è Catia Bastioli, Amministratore delegato Novamont.

 

Le votazioni del Consiglio direttivo, presso la sede del Banco di Napoli, sono avvenute precedentemente all’Assemblea annuale del Cluster, che ha rappresentato un importante momento di aggiornamento sulle iniziative svolte dal Cluster e di bilancio dei risultati raggiunti, oltre che una occasione di condivisione dei punti chiave del draft del Piano di Azione Triennale di Spring, documento programmatico-strategico richiesto a tutti i Cluster Tecnologici Nazionali dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

 

Un focus particolare è stato dedicato al Mezzogiorno e alle potenzialità di sviluppo della bioeconomia, aspetto messo in luce anche dalla scelta di Napoli come sede dell’Assemblea di quest’anno. Secondo un rapporto realizzato dalla Direzione Studi di Intesa Sanpaolo, la bioeconomia in Italia vale 260 miliardi di euro e dà lavoro a circa 1,7 milioni di persone, svolgendo un ruolo essenziale come traino di innovazione e sviluppo sostenibile, consentendo di portare sul mercato nuovi prodotti che presentano nel corso della loro vita performance migliorative rispetto a prodotti tradizionali o che permettono migliori opzioni di smaltimento.

 

A Napoli l’Assemblea annuale Cluster SPRING
A Napoli l’Assemblea annuale Cluster SPRING

Si terrà a Napoli il 28 giugno l’Assemblea Generale del Cluster SPRING, il consueto momento di aggiornamento sulle iniziative svolte dal Cluster e di bilancio dei risultati raggiunti. Un’occasione di condivisione dei punti chiave del Piano di Azione Triennale di SPRING, documento programmatico-strategico richiesto a tutti i Cluster Tecnologici Nazionali dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Un focus particolare sarà dedicato quest’anno al Mezzogiorno e alle potenzialità di sviluppo della Bioeconomia in quest’area – aspetto messo in luce anche dalla scelta di un‘importante realtà del Sud Italia come sede dell’evento.

L’Assemblea sarà composta da una sessione privata, riservata ai soci, alla quale parteciperà anche la Stazione Sperimentale in quanto associata al Cluster. Seguirà una parte pubblica, che si svolgerà dalle ore 14:00 alle ore 16:00 e ospiterà interventi esterni di rappresentanti delle diverse realtà, istituzionali e non, che stanno realizzando importanti iniziative nei settori della Bioeconomia e dell’Economia Circolare.

Le ultime indicazioni del MIUR prevedono, nell’arco delle prossime settimane, il riconoscimento ministeriale dei Cluster Tecnologici Nazionali, che comporta l’assegnazione formale ai Cluster di un ruolo forte di indirizzo e coordinamento nei confronti delle istituzioni affinché le tematiche dei PNR siano espressione di priorità e progettualità reali a livello nazionale e internazionale.

Il Cluster rappresenta quindi gli interessi dei suoi Associati di fronte alle istituzioni regionali, nazionali ed europee, promuovendone la visibilità e sostenendo l’eccellenza scientifica, tecnologica e industriale nel settore della bioeconomia, con l’ambizione di favorire un accesso privilegiato ai finanziamenti per R&S, formazione e nuovi investimenti nel settore e contribuendo allo sviluppo di una ”cultura della bioeconomia” che interessi tutti gli stakeholder, anche nel bacino euro-mediterraneo.

In questo importante momento di riconoscimento del ruolo del Cluster, gli Associati di SPRING hanno quindi l’opportunità di giocare un ruolo decisivo nella politica di sviluppo delle bioeconomia in Italia.

Confindustria Avellino, UNIC  e SSIP: iniziativa congiunta per il Distretto di Solofra
Confindustria Avellino, UNIC  e SSIP: iniziativa congiunta per il Distretto di Solofra

Lunedì 23 aprile si terrà un incontro rivolto alle aziende conciarie del Distretto di Solofra, organizzato dalla Confindustria Avellino – Sezione Conciatori, UNIC  e Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli.

 

L’iniziativa  consiste in una prima serie di incontri in cui saranno affrontati gli argomenti più attuali in materia conciaria, quali: autorizzazioni ambientali nel settore conciario e criticità sul territorio, sostenibilità con impegno etico ed opportunità di business, strumenti di finanziamento e formazione continua. 

 

L’iniziativa congiunta rientra appieno nella mission della Stazione Sperimentale, che intende mettere a servizio della categoria una molteplicità di competenze ed esperienze, ed è un esempio virtuoso dell’attenzione riservata alle concerie di Solofra dalle associazioni imprenditoriali Confindustria Avellino e UNIC.

 

Nell’ambito delle tematiche individuate, le aziende partecipanti sono poi coinvolte in prima linea ad indicare gli argomenti che intendono approfondire ed a cui saranno dedicate altre occasioni di incontro. Le aziende sono invitate alla presentazione lunedì 23 aprile alle ore 17:30 a Solofra, presso la sede UNIC al Centro ASI.

 

La Stazione Sperimentale Pelli partecipa a SMAU Padova 
La Stazione Sperimentale Pelli partecipa a SMAU Padova 

PADOVA, 16 Marzo 2018 – La Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli, Organismo Nazionale di Ricerca delle Camere di Commercio di Napoli, Pisa e Vicenza, annuncia la sua partecipazione a SMAU Padova, l’appuntamento dedicato all’innovazione per imprese ed enti locali.

La Stazione Sperimentale sarà presente al Padiglione 11 stand B13 dal 22 al 23 marzo 2018 a PadovaFiere, con uno spazio espositivo funzionale alle occasioni di networking, dove esperti di settore terranno incontri tecnici con imprese ed enti interessati. Il personale tecnico-scientifico della SSIP sarà a disposizione per fornire informazioni sui nuovi servizi, i laboratori e i programmi di ricerca e formazione.

A SMAU, inoltre, la SSIP promuove un workshop in programma giovedì 22 marzo alle ore 16.00 presso la Saletta Vip, dal titolo: “La ricerca al servizio delle imprese: il caso della Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle materie concianti”.

Nel corso dell’incontro saranno presentate alcune delle azioni che la Stazione Sperimentale sta portando avanti per la valorizzazione della pelle italiana sotto il profilo della sostenibilità, dell’innovazione e del trasferimento tecnologico, della sicurezza e non ultimo della formazione con il progetto Politecnico del Cuoio, in coerenza con le esigenze ed i fabbisogni delle imprese della filiera della concia operante nel Distretto Industriale di Arzignano. Interverranno Elena Donazzan, Assessore all’Istruzione, Formazione, Lavoro, Reindustrializzazione e Pari Opportunità della Regione Veneto; Paolo Gurisatti, Presidente della Stazione Sperimentale; Edoardo Imperiale,  Direttore Generale della Stazione Sperimentale; Paolo Mariani, Presidente Camera di Commercio, Industria e Artigianato di Vicenza. Prevista la testimonianza di Giorgio Pozza, Scientific Director del Gruppo Mastrotto SPA, e di un rappresentante di Ecoinnovazione srl, spin off di Enea.

Economia circolare, la proposta SSIP a Green Week
Economia circolare, la proposta SSIP a Green Week
Il festival della Green economy, Green Week, continua a Trento: domani, sabato 17 marzo, a Palazzo Geremia, è in programma il workshop “Dalla filiera dell’umido alle materie nobili”. Prevista la presenza del presidente della Stazione Sperimentale Pelli, Paolo Gurisatti, con un intervento sul tema “Tracciabilità e trasparenza condizioni dell’Economia circolare. Il caso della filiera pelle“.
Il presidente spiegherà perché trasparenza e tracciabilità sono pre-condizioni necessarie per lo sviluppo dell’economia circolare e strumento indispensabile per rafforzare il vantaggio competitivo dell’industria italiana.
Inoltre, sarà lanciata una proposta per fare della Stazione Sperimentale un punto di riferimento in questo settore. “La SSIP – afferma Gurisatti – si candida a diventare un laboratorio/mostra permanente delle tecniche di produzione, analisi e certificazione dei materiali recuperati/rigenerati. Intende inoltre promuovere la nascita di un’organizzazione “scaffold” per il mercato dell’economia circolare analoga a Slow Food in campo alimentare e GBC nel settore dell’edilizia sostenibile”.
 
SSIP, il presidente Gurisatti al Green Week Festival: “Valle del Chiampo miniera dell’economia circolare”
SSIP, il presidente Gurisatti al Green Week Festival: “Valle del Chiampo miniera dell’economia circolare”

VICENZA, 16 Marzo 2018 – “La Valle del Chiampo è un laboratorio avanzato della sostenibilità e dell’economia circolare. Un luogo di innovazione tecnologica e ambientale, un sistema produttivo che si avventura oltre i confini della green economy, attivando processi che riducono l’impatto energetico delle produzioni e le emissioni di CO2, proponendosi l’obiettivo di ridurre a zero i rifiuti. L’idea che la filiera pelle possa diventare una “miniera” di materiali organici rigenerati e nuovi prodotti è già a uno stadio avanzato di elaborazione e attuazione. Già oggi aziende collegate alla filiera principale sviluppano bio-stimolanti per l’agricoltura, che rappresentano una valida alternativa ai fertilizzanti chimici tradizionali”. Lo ha detto il presidente della Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle materie concianti, Paolo Gurisatti, partecipando a Green Week, il festival della Green Economy.

Il presidente è intervenuto, presso il Teatro Mattarello di Arzignano, al convegno “Arzignano Green Land, dal sottoprodotto al prodotto nobile”, nella sessione intitolata: “Economia circolare: nuova frontiera della sostenibilità”.

L’obiettivo comune, evidenzia Gurisatti, deve adesso essere quello di cambiare la reputazione del territorio: L’area sistema della Valle del Chiampo – dice il presidente SSIP – è sede di numerosi impianti di depurazione, tra i più avanzati del mondo e di un distretto conciario all’avanguardia nella sostenibilità. Ciò nonostante fatica a scrollarsi di dosso l’accezione negativa, di “territorio discarica” orientato a processi produttivi incompatibili con le ambizioni di sviluppo di una regione leader nel Made in Italy. Per riuscirci, la Valle del Chiampo deve investire sulla scomposizione selettiva dei materiali di scarto e nelle fonti di energia rinnovabili. Da distretto specializzato nell’estrazione di fiore e crosta della pelle, può diventare centro di eccellenza nell’estrazione e certificazione di materie prime-seconde, quali i già citati bio-stimolanti, le bio-plastiche, le cheratine. In questo modo può cancellare la reputazione negativa accumulata finora e continuare ad attirare investimenti e risorse umane da tutto il mondo”.

Domani, sabato 17 marzo, dalle ore 15 a Trento, presso Palazzo Geremia, Salone di Rappresentanza (Via Rodolfo Belenzani 20), il presidente SSIP sarà presente al workshop “Dalla filiera dell’umido alle materie nobili”.

Bioeconomia e opportunità: le iniziative promosse dal Cluster Spring
Bioeconomia e opportunità: le iniziative promosse dal Cluster Spring

La Stazione Sperimentale Industria Pelli, in qualità di partner del “Cluster Spring”, segnala queste interessanti opportunità per il mese di marzo 2018.

Bioeconomia e sostenibilità: la Strategia italiana. Quali strumenti e opportunità? – 1 marzo 2018, Camera di Commercio, Milano
Il workshop, sarà focalizzato a descrivere la portata innovativa della Strategia Nazionale sulla Bioeconomia, al fine di identificare le opportunità di finanziamento di progetti innovativi e circolari sulla bioeconomia.

Il Dott. Mario Bonaccorso, Cluster Coordinator e il Dott. Danilo Porro, membro del Consiglio Direttivo di SPRING, saranno presenti all’evento.

Bioeconomia in Puglia. Competenze, Esperienze, Opportunità –  6 marzo 2018, Sala degli Affreschi, Ateneo di Bari
Organizzato dal Dipartimento di Chimica dell’Università di Bari e dal Consorzio Interuniversitario Reattività Chimica e Catalisi – CIRCC, in collaborazione con Regione Puglia e il Cluster SPRING.

Il workshop rappresenta un’importante occasione per conoscere da vicino le esperienze e le competenze sviluppate dalle diverse realtà attive in Regione Puglia nello sviluppo della Ricerca e dell’Innovazione nell’ambito della Bioeconomia.

Il Cluster sarà presente al convegno con un intervento della Dott.ssa Gregori – Segretario Generale – volto ad evidenziare l’attività di SPRING nell’ottica un sistema italiano di Bioeconomia radicato nei territori.

Bioeconomy Dialogues. Progetti green dal territorio e oltre – 7 marzo, CNR, Area della Ricerca, Milano
Organizzato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, in collaborazione con LGCA-Lombardy Green Chemistry Association. Il convegno vuole essere  un’occasione di confronto e scambio di informazioni tra i principali attori della Ricerca Scientifica, dello Sviluppo e Trasferimento Tecnologico del territorio milanese nell’ambito della Chimica Verde. Tra gli interventi in apertura, vi segnaliamo quello del Dott. Diego Bosco, Presidente LGCA.

La Bioeconomia come chiave di sviluppo dei territori: il caso della Sicilia, all’interno del quale avrà luogo la presentazione del IV Rapporto sulla Bioeconomia in Europa – 16 marzo 2018, Palazzo Steri, Palermo
L’evento a Palermo e la presentazione del Rapporto mirano a favorire la relazione con le istituzioni locali in un’ottica di condivisione di un piano regionale sulla bioeconomia, che concili i temi dell’agro-alimentare e dell’economia del mare con la chimica verde.

Il Dott. Raffaele Liberali, interverrà nella sezione “Bioeconomia e acqua: una crescita blu per il mediterraneo”,  in qualità di Presidente del Tavolo Permanente di SPRING.

Minimum 4 characters