Tag: edoardo imperiale

Politecnico del Cuoio: primo bilancio del corso di formazione ITS a Solofra
Politecnico del Cuoio: primo bilancio del corso di formazione ITS a Solofra

Oggi la Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle materie concianti ha incontrato gli studenti dell’Istituto “G. Ronca” di Solofra (AV), per fare con loro il bilancio dei primi mesi del corso formativo “Tecnico superiore esperto in scienza e cultura tecnica delle pelli e dei nuovi materiali ”.

Edoardo Imperiale: al Senato della Repubblica per promuovere l’economia circolare
Edoardo Imperiale: al Senato della Repubblica per promuovere l’economia circolare
Edoardo Imperiale, Direttore Generale SSIP e Alberto Barachini, Presidente Commissione Vigilanza RAI

Mercoledì 27 Febbraio, Edoardo Imperiale, in qualità di Consigliere Nazionale e Responsabile Chapter Napoli e Centro Sud dell’Associazione AMERIGO è intervenuto al convegno: Pensare circolare alla “prova paese”: sostenibilità, innovazione, informazione per la competitività del Made in Italy.

Nel Comprensorio Olivetti il nuovo Headquarter della Stazione Sperimentale
Nel Comprensorio Olivetti il nuovo Headquarter della Stazione Sperimentale
Il Direttore Generale della Stazione Sperimentale, Edoardo Imperiale e Federico Donato, Fund Manager presso DeA Capital Real Estate proprietario del Comprensorio Olivetti .

Dal 18 Febbraio è operativa la nuova sede della Stazione Sperimentale Industria Pelli presso un moderno e funzionale immobile, all’interno del Comprensorio Olivetti.

SSIP, il Dg Imperiale nel Consiglio direttivo del Cluster Spring
SSIP, il Dg Imperiale nel Consiglio direttivo del Cluster Spring

Il Direttore generale della Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle materie concianti (SSIP), Edoardo Imperiale, è stato eletto componente del Consiglio direttivo del Cluster Spring per il triennio 2017-2020.

 

Spring è il Cluster nazionale della chimica verde nato nel 2014, di cui la Stazione Sperimentale Pelli è partner nell’ambito delle attività del Politecnico del Cuoio. L’obiettivo è aggregare soggetti innovativi lungo tutta la filiera della chimica da fonti rinnovabili, per contribuire a consolidare un modello italiano di bioeconomia volto alla riduzione delle emissioni di CO2 e all’uso efficiente delle risorse. Il presidente del Cluster Spring è Catia Bastioli, Amministratore delegato Novamont.

 

Le votazioni del Consiglio direttivo, presso la sede del Banco di Napoli, sono avvenute precedentemente all’Assemblea annuale del Cluster, che ha rappresentato un importante momento di aggiornamento sulle iniziative svolte dal Cluster e di bilancio dei risultati raggiunti, oltre che una occasione di condivisione dei punti chiave del draft del Piano di Azione Triennale di Spring, documento programmatico-strategico richiesto a tutti i Cluster Tecnologici Nazionali dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

 

Un focus particolare è stato dedicato al Mezzogiorno e alle potenzialità di sviluppo della bioeconomia, aspetto messo in luce anche dalla scelta di Napoli come sede dell’Assemblea di quest’anno. Secondo un rapporto realizzato dalla Direzione Studi di Intesa Sanpaolo, la bioeconomia in Italia vale 260 miliardi di euro e dà lavoro a circa 1,7 milioni di persone, svolgendo un ruolo essenziale come traino di innovazione e sviluppo sostenibile, consentendo di portare sul mercato nuovi prodotti che presentano nel corso della loro vita performance migliorative rispetto a prodotti tradizionali o che permettono migliori opzioni di smaltimento.

 

La Stazione Sperimentale a Roma per la Settimana Anticontraffazione
La Stazione Sperimentale a Roma per la Settimana Anticontraffazione

La Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli ha preso parte alla 3a edizione della Settimana Anticontraffazione, conclusa da pochi giorni, che ha previsto un ampio e variegato programma di iniziative, incontri ed approfondimenti messi in campo in tutto il Paese, a cura della Direzione Generale Lotta alla Contraffazione –Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (DGLC-UIBM) del MISE.

 

Tra le novità di questa edizione, la collaborazione con Confindustria Campania e con il Museo del Vero e del Falso per la realizzazione, nella sede DGLC-UIBM di Via di San Basilio a Roma della Mostra del Vero e del Falso, un’ esposizione  dedicata al mondo dei giocattoli e dell’abbigliamento e pelletteria che mette a confronto i prodotti originali e sicuri con i prodotti contraffatti forniti dalla Guardia di Finanza e dall’Agenzia delle Dogane del territorio napoletano.

 

La Stazione Sperimentale ha partecipato attivamente, con una sua postazione. Il personale tecnico della Stazione ha mostrato le differenze qualitative tra pelle originale e pelle contraffatta, nonché i servizi della SSIP nell’identificazione di un prodotto falso da un originale. Da oltre un secolo, la SSIP assiste il settore conciario e tutti gli operatori della filiera mettendo a disposizione la sua esperienza, in particolare nelle fasi di controllo qualità dei pellami e di analisi dei manufatti. Edoardo Imperiale, Direttore Generale della Stazione Sperimentale afferma: “La nostra partecipazione alla Settimana Anticontraffazione si inserisce in un ampio programma di attività di informazione e sensibilizzazione contro il fenomeno del falso, già avviato dal Politecnico del Cuoio in collaborazione con il Museo del Vero e del Falso, come la mostra didattica “Questa non è una sòla”.

La Settimana Anticontraffazione deve proseguire e divenire sempre più appuntamento fisso del nostro panorama nazionale e siamo lieti di questa importante collaborazione con il MISE. Parlare di contraffazione con costanza e confrontarsi sul tema – afferma Luigi Giamundo, Presidente MVF e Delegato per l’industria Moda&Fashion di Confindustria Campania è per noi fondamentale per costruire un legame tra mondo imprenditoriale, mondo delle istituzioni e mondo degli utenti e creare un dialogo volto alla crescita e al cambiamento; perché la contraffazione è un fenomeno trasversale che coinvolge tutti. I nostri percorsi espositivi sono innovativi perché mirano a stimolare l’attenzione dei consumatori anche con piani di sensibilizzazione e canali informativi capaci di tramutare l’etica d’impresa in una condivisione collettiva del valore della legalità“.

 

 

 

 

 

Solofra – Semaforo verde dalla Regione per riqualificare e potenziare il depuratore
Solofra – Semaforo verde dalla Regione per riqualificare e potenziare il depuratore
La Regione Campania ha dato il via libera ai lavori di adeguamento e riqualificazione dell’impianto di depurazione a Solofra.

 

Si tratta di interventi di massima urgenza, ma anche utili a potenziare la struttura. Una decisione che ha destato particolare soddisfazione nel sindaco Michele Vignola, segno di un interesse  di Palazzo Santa Lucia sul distretto conciario solofrano. La settimana scorsa si è tenuta una riunione in Regione Campania sul tema adeguamento e riqualificazione dell’impianto di depurazione di Solofra-Mercato San Severino convocata dall’Ufficio di Gabinetto del Presidente, per iniziativa del Presidente Vincenzo De Luca e del Vice Presidente Fulvio Bonavitacola, e diretta dall’Ing. Roberta Santaniello. Hanno partecipato il Sindaco di Solofra Michele Vignola, gli Uffici regionali preposti, i rappresentanti dell’ AATO 1 Calore Irpino, CIGL e CISL, CODESO, Confindustria di Avellino, Dott. Edoardo Imperiale della Stazione Sperimentale per l’industria delle pelli e delle materie conciate, dott. Ciro Bruno dell’UNIC e i rappresentanti della COGEI, ente gestore dell’impianto.

 

Per quanto riguarda le emissioni olfattive dell’impianto sottolineate da cittadini e attivisti ambientalisti, la Regione nel corso dell’incontro con il sindaco e una delegazione di imprenditori e associazioni di settore, ha fatto sapere che procederà alla pubblicazione della gara di progettazione per un valore di 117mila euro proprio per risolvere tale problematica. Inoltre sarà deliberata la copertura di oltre 2 milioni di euro per i lavori di adeguamento strutturale dell’impianto. Interventi che dovrebbero essere eseguiti nel giro di 270 giorni.

 

Insomma un incontro assolutamente proficuo che ha permesso alla Regione di prendere atto della volontà espressa dalla Stazione sperimentale pelli di investire nella ricerca per la eco-sostenibilità e per il rilancio del distretto attraendo anche capitali privati nella fase di riqualificazione del depuratore. Attualmente l’impianto risulta comunque sotto sequestro a causa proprio degli odori emanati dal depuratore, anche se è stato chiarito che opera nel rispetto delle norme ambientali. Inoltre da parte sua il Governatore De Luca ha espresso la chiara volontà di risolvere la questione e di rendere autonomo il depuratore di Solofra da quello di Mercato San Severino prevedendo il trattamento biologico dei reflui civili ed industriali.

Dunque l’impegno tanto atteso da parte della Regione Campania è arrivato, ora bisognerà lavorare per dare vita nuova all’impianto di depurazione per rendere maggiormente ecosostenibile la produzione conciaria solofrana.

 

La Stazione Sperimentale partecipa al Innovation Village
La Stazione Sperimentale partecipa al Innovation Village

 

La Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle materie concianti partecipa ad Innovation Village 2018, la fiera annuale dedicata all’innovazione in programma alla Mostra d’Oltremare (padiglione 5) di Napoli dal 5 al 7 aprile.

 

I temi principali dell’edizione 2018 sono Economia Circolare e Impresa 4.0; in particolare, si farà il punto sull’innovazione che accompagna e accelera il passaggio all’economia circolare in specifici settori industriali e filiere produttive quali: Manifattura 4.0, Agrifood, Biotecnologie, Beni culturali, Automotive, IT e IOT, Nuovi materiali Edilizia, Industria delle pelli, Rifiuti, Blue Growth, Tecnologie per il benessere e la sicurezza.

In particolare, la Stazione Sperimentale partecipa con una sua postazione ed interverrà al convegno Verso un modello di economia circolare. L’incontro punta a creare un dialogo sulle policy di sostegno ai processi di economia circolare, sulle esperienze messe in campo dai grandi gruppi industriali, nonché dalla SSIP, e sulle tecnologie sviluppate da startup innovative, che si terrà  il 6 Aprile dalle ore 14.30 in sala EDISON.

 

Innovation Village è una fiera-evento annuale dedicata all’innovazione, organizzata da Knowledge for Business, co-organizzata con il nodo Enterprise Europe Network dell’ENEA e Sviluppo Campania e sostenuta dalla Regione Campania. La manifestazione si avvale inoltre della collaborazione del sistema universitario, di vari dipartimenti del Cnr, di organismi di ricerca e degli ordini professionali www.innovationvillage.it/comitato-scientifico

 

Per il programma degli eventi e per tutte le opportunità di networking e partecipazione  www.innovationvillage.it/programma

 

 

 

Concia, la SSIP a Smau: “Investiamo su ricerca e sostenibilità”
Concia, la SSIP a Smau: “Investiamo su ricerca e sostenibilità”

PADOVA – “La Stazione Sperimentale Pelli lancia un piano triennale strategico che prevede investimenti sulla ricerca e sulla sostenibilità”. Lo ha detto Edoardo Imperiale, direttore generale della Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli, aprendo il workshop “La ricerca al servizio delle imprese: il caso della Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle materie concianti”, promosso dalla SSIP a Smau Padova 2018.

 

“La Stazione – ha spiegato Imperiale – sta portando avanti un lavoro mirato alla valorizzazione della pelle italiana sotto il profilo della sostenibilità, dell’innovazione e del trasferimento tecnologico, della sicurezza e non ultimo della formazione con il progetto Politecnico del Cuoio, in coerenza con le esigenze ed i fabbisogni delle imprese della filiera della concia operante nel Distretto Industriale di Arzignano”.

 

Elena Donazzan, assessore all’Istruzione, Formazione, Lavoro, Reindustrializzazione e Pari Opportunità della Regione Veneto, ha evidenziato: “Il lavoro della Stazione nell’ambito della formazione è straordinario. Viene dato un contributo ad un settore a importante impatto sul mercato mondiale. Come Regione Veneto ci impegniamo sempre più a promuovere l’utilità della formazione di terzo livello che garantisce il 100 per cento dell’occupazione. Non dimentichiamo che la pelle italiana è prima nel mondo, le imprese di questo distretto vanno aiutate con la formazione migliore per i manager del futuro”.

 

Per Elisabetta Boscolo, segretario generale Camera di Commercio, Industria e Artigianato di Vicenza, “il distretto di Vicenza conta 800 imprese, 10 mila addetti e 3 miliardi di fatturato, con l’80 per cento di export. A Vicenza abbiamo aperto un desk operativo sul territorio come raccordo tra imprese e SSIP”.

 

All’incontro sono intervenuti anche Paolo Gurisatti, Presidente della Stazione Sperimentale, Giorgio Pozza, Scientific Director del Gruppo Mastrotto SPA, e Paolo Masoni di Ecoinnovazione srl, spin off di Enea.

 

La Stazione Sperimentale ha partecipato a Smau Padova 2018 di PadovaFiere con uno spazio espositivo funzionale alle occasioni di networking, dove esperti di settore hanno tenuto incontri tecnici con imprese ed enti interessati. Il personale tecnico-scientifico della SSIP ha fornito informazioni sui nuovi servizi, i laboratori e i programmi di ricerca e formazione.

Minimum 4 characters